“Un corpo senza nome” il nuovo appassionante romanzo giallo di Paolo De Montis

L’indagine del maresciallo Deledda in una Sardegna che nasconde violenze, vendette e omicidi nell’ultimo romanzo di Paolo Demontis in uscita per la collana “il GIALLO”

Sardegna, primi anni Sessanta. Sulle tracce di un cinghiale, un bracconiere si infila in una forra che gli abitanti del luogo chiamano “La bocca del diavolo” e scopre un corpo appeso alla parete di roccia. Il maresciallo Deledda, alle prese con le ansie della imminente nascita del primogenito, indaga con l’aiuto di don Bullitta, il sacerdote del paese, per dare un nome e un’identità alla vittima, portando alla luce una terribile realtà.

Deledda guardò verso l’alto dove si scorgeva la lama di luce dell’apertura della forra e valutò la distanza entro la quale era precipitata la ragazzina. Almeno la metà dell’altezza totale, nessuna possibilità, quindi, di scamparla. Forse, se non avesse impattato con la sporgenza aguzza della roccia, se fosse arrivata fino in fondo, con la caduta attutita dai cespugli che crescevano su entrambe le pareti…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*