“Lo scambio”, vicende mozzafiato e personaggi oscuri: ogni minimo sbaglio risulta fatale

L’esordio letterario di Piera Zampi, nella collana the THRILLER

Quando Andrew Bitchum sbarca al porto di Barcellona, ha con sé una valigetta con quattrocentomila sterline e tutta l’intenzione di chiudere uno scambio che è costato mesi di lavoro a molte persone impazienti. Un incarico che prima dell’incidente non sarebbe stato un problema, per uno come lui. I soldi sono di Gabriel Corley-Miller, uomo d’affari raffinato e spietato, suo amico e socio, che come lui si aspetta da quell’incarico una sola cosa: la conferma che l’Andrew che conosceva è ancora capace di dominarsi e occuparsi del caso Ostermann, che incombe sul loro futuro. Ma qualcosa va profondamente storto. Una semplice consegna si trasforma in un inseguimento per metter fine al quale servirà l’aiuto di Sophia e delle sue molte conoscenze, in una Istanbul dalle strade piene di sorprese dove non necessariamente la risoluzione di un problema significa la fine di un incubo.

Quella possente vena di competitività, che in passato gli aveva fatto vincere molte battaglie, ora rappresentava un nemico insidioso, astuto. La voce del suo orgoglio, che non era stata mai tanto compiacente con lui, gli sussurrava parole cariche di adulazione. Perché aveva un assoluto bisogno di convincersi che qualcosa di speciale in lui non avrebbe permesso che sprofondasse all’inferno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*