Ogni giorno è quello della memoria per chi dagli errori vuole imparare e porvi rimedio

27 gennaio Giornata della Memoria, una data importante per ricordare purché si dia un senso alla conoscenza della sofferenza come mezzo per valorizzare il rispetto della vita. Noi di DM Edizioni vogliamo continuare a porre l’attenzione sull’argomento anche nei giorni successivi e lo faremo attraverso le nuove uscite di Emanuele Calò con “Gite ad Auschwitz” e Nicola Sciannimanico con “Adolf, come te” e il rilancio di “David e Matthaus, per colpa di un’amicizia” di Laura Corsini e ilGufoIrena Sendler, la vita dentro un barattolo” di Sara Cerri (testo per i più piccoli) perché anche nei momenti più bui si può credere nel ritorno della luce…

Ogni carnefice, prima di trasformarsi in tale, vive una vita fatta di affetti e dolori, poi la mente si distorce.
Personaggi carismatici hanno saputo trascinare folle, convincendole della sensatezza di guerre e massacri, guidandole nell’illusione di una insensata…

Leggi di più

Ad Auschwitz si va oggi in gita; taluni – i negazionisti – coi pesanti loro silenzi e con le loro elucubrazioni, considerano ancora che fosse lo stesso durante il nazismo. Quale senso può avere la memoria di un Olocausto se continua a incombere come un incubo sia su chi non riesce a…

Leggi di più

Due ragazzi, in una Germania agonizzante, si incontrano per caso e la loro amicizia nasce in maniera semplice, da un sorriso, un’occhiata, una corsa in bicicletta. Poi il mondo impazzito li costringe a capire che il loro stare insieme è un pericolo, ma non rinunciano… 

Leggi di più

Irena Sendler era un’infermiera e un’assistente sociale polacca e collaborò con la Resistenza nella Polonia occupata da Hitler durante la Seconda guerra mondiale. Irena divenne famosa per aver salvato circa 2.500 bambini ebrei, facendoli uscire di nascosto…

Leggi di più